Donne nel braccio della morte - Informazioni sul crimine

John Williams 22-07-2023
John Williams

La storia

Tra il 1692 e il 1693, il processo alle streghe di Salem, una serie di udienze e procedimenti giudiziari contro persone accusate di stregoneria, interessò gran parte del Massachusetts coloniale. Bridget Bishop fu la prima persona a essere condannata e giustiziata durante il processo alle streghe di Salem. Il 10 giugno 1662 fu impiccata sulla Gallows Hill. Durante questo periodo, 21 persone furono giustiziate per stregoneria; 14 di loro erano donne.

Come dimostrato dal processo alle streghe di Salem, le donne sono state giustiziate nel corso della nostra storia; tuttavia, nel 1865 Mary Surratt fu la prima donna a essere giustiziata dal governo federale degli Stati Uniti. Surratt, proprietaria di una pensione a Washington, fu processata, condannata e impiccata per il suo presunto coinvolgimento nella cospirazione per assassinare il presidente Abraham Lincoln.

Dal 1900, negli Stati Uniti sono state giustiziate 52 donne, 12 delle quali dopo il ripristino della pena di morte nel 1976. Queste donne includono:

Velma Barfield (29 ottobre 1932 - 2 novembre 1984)

Dopo due matrimoni finiti con la morte dei mariti, Thomas Burke e Jennings Barfield, Velma Barfield iniziò una relazione con Stuart Taylor. Come aveva fatto per molti anni, falsificò gli assegni sul conto di Taylor per pagare la sua dipendenza da farmaci da prescrizione. Poiché iniziò a temere che lui sospettasse di lei, mescolò un veleno per topi a base di arsenico nella birra e nel tè di Taylor. Taylor alla fineL'autopsia di Taylor dimostrò che la causa della sua morte era un avvelenamento da arsenico; successivamente Velma fu arrestata.

Dopo l'arresto, il corpo dell'ex marito, Jennings Barfield, fu riesumato e trovò tracce di arsenico. Barfield negò di essere coinvolta nella sua morte, ma confessò gli omicidi di Lillian Bullard (sua madre), Dollie Edwards (una parente di Stuart Taylor) e John Henry Lee (che pagò Barfield per essere la sua badante/casalinga). Nonostante le sue confessioni, leiè stato processato e condannato solo per l'omicidio di Stuart Taylor.

Velma Barfield, conosciuta come la "Nonna del braccio della morte", è stata la prima donna ad essere giustiziata negli Stati Uniti dopo la ripresa della pena capitale nel 1976, e la prima donna ad essere giustiziata negli Stati Uniti dopo 22 anni. Nel 1984, Barfield è stata messa a morte con un'iniezione letale nella Carolina del Nord, sei anni dopo il suo arresto. È stata anche la prima donna ad essere messa a morte con un'iniezione letale.

Karla Faye Tucker (18 novembre 1959 - 3 febbraio 1998)

Nel 1983, Tucker e il suo fidanzato, Danny Garrett, si sono introdotti nell'appartamento di Jerry Lynn Dean con l'intenzione di rubargli la moto. Durante l'effrazione, Garrett ha colpito Dean più volte alla nuca con un martello.

I colpi alla testa di Dean hanno fatto sì che le sue vie respiratorie si riempissero di liquido, creando un suono "gorgogliante". Tucker voleva "impedirgli di fare quel rumore" e lo ha aggredito con un piccone. Tucker, poi, ha notato una donna che si era nascosta nella stanza. La donna era la compagna di Jerry Dean, Deborah Thornton. Tucker ha proceduto a pugnalare ripetutamente Thornton con il piccone e poi ha conficcato l'ascia in una parte della stanza.Tucker ha conficcato un piccone almeno 20 volte nei corpi di Dean e Thornton.

Nel settembre 1983, Tucker e Garrett sono stati incriminati e processati separatamente per i due omicidi; entrambi sono stati condannati a morte nel 1984. Quattordici anni dopo il processo, Karla Faye Tucker è stata giustiziata con un'iniezione letale, diventando la prima donna ad essere giustiziata in Texas in 135 anni (dalla Guerra Civile) e la prima donna dal 1984.

Judy Buenoano (4 aprile 1943 - 30 marzo 1998)

Nel 1983, il fidanzato di Buenoano, John Gentry, rimase ferito quando la sua auto esplose misteriosamente. Durante la convalescenza, la polizia iniziò a trovare diverse discrepanze nel passato di Buenoano; ulteriori indagini rivelarono che Buenoano aveva dato a Gentry pillole contenenti arsenico. Questo portò alle esumazioni del figlio di lei, Michael Goodyear, dell'ex marito, James Goodyear, e dell'ex fidanzato, BobbyJoe Morris, tutti morti anni prima. Si stabilì che ognuno di loro era stato vittima di avvelenamento da arsenico. Fino all'attentato, Buenoano non era stato indagato e nemmeno sospettato per queste morti.

Nel 1984, Buenoano è stata condannata per l'omicidio di Michael e il tentato omicidio di Gentry. Nel 1985 è stata condannata per l'omicidio di James Goodyear. Ha ricevuto una condanna a dodici anni per il caso Gentry, una condanna all'ergastolo per il caso Michael Goodyear e una condanna a morte per il caso James Goodyear. È stata anche condannata per molteplici capi d'accusa di furto aggravato e per molteplici atti di incendio doloso come mezziÈ stata sospettata di molte altre morti, tra cui un omicidio del 1974 in Alabama e la morte del suo fidanzato, Gerald Dossett, nel 1980. Il suo coinvolgimento in queste morti non è mai stato provato e quando è stata sospettata era già nel braccio della morte della Florida.

Conosciuta come la "Vedova Nera", si ritiene che il suo movente fosse l'avidità - si dice che abbia incassato 240.000 dollari di assicurazione. Buenoano non ha mai ammesso nessuno degli omicidi. Nel 1998, all'età di 54 anni, è diventata la prima donna giustiziata in Florida dal 1848 e la terza giustiziata negli Stati Uniti dal ripristino della pena di morte nel 1976.

Aileen Carol Wuornos (29 febbraio 1956 - 9 ottobre 2002)

Aileen Carol Wuornos, nota come la "Damigella della Morte", era una prostituta che ha rapinato e ucciso almeno 6 uomini in Florida tra il 1989 e il 1990. Sosteneva che le vittime l'avevano violentata o avevano tentato di farlo e che lei aveva sparato loro per legittima difesa. Il team di difesa della Wuornos voleva che si dichiarasse colpevole di sei accuse di omicidio in cambio di sei ergastoli consecutivi; tuttavia, l'accusaI giudici decisero di processarla solo per l'omicidio della sua prima vittima, lo stupratore condannato Richard Mallory, ritenendo che l'omicidio di Richard Mallory fosse il caso più forte contro di lei e che avrebbe giustificato la pena di morte.

In virtù della "regola Williams" della legge della Florida, l'accusa può presentare prove tratte da altri casi se dimostrano un modello criminale. Questo è stato il caso del processo del 1992 a Aileen Wuornos; i giurati sono stati messi al corrente degli altri omicidi in cui la Wuornos era sospettata di essere coinvolta. Dopo meno di due ore, la giuria l'ha dichiarata colpevole di omicidio di primo grado ed è stata condannata a un anno di reclusione.Si è dichiarata innocente per gli omicidi degli altri 5 uomini ed è stata condannata a morte in ogni caso, per un totale di sei condanne a morte. Il 9 ottobre 2002, Wuornos è stata giustiziata con un'iniezione letale, diventando la seconda donna ad essere giustiziata in Florida.

Le attuali donne del braccio della morte:

Mentre solo 12 donne sono state giustiziate dall'abolizione del divieto di pena di morte nel 1976, a gennaio 2013, 63 donne vivevano nel braccio della morte. Secondo un rapporto di fine anno pubblicato dall'organizzazione no-profit Death Penalty Information Center, la Florida è in testa agli Stati Uniti per numero di detenuti mandati nel braccio della morte.

Guarda anche: Il Federal Bureau of Investigation (FBI) - Informazioni sulla criminalità

Tiffany Cole

Il braccio della morte della Florida ospita 406 detenuti, di cui cinque donne. La prima a trovarsi nel braccio della morte della Florida è stata Tiffany Cole. Nel 2007 Tiffany Cole è stata condannata, insieme a tre uomini, per il rapimento e l'omicidio di primo grado di una coppia della Florida. La coppia era stata vicina di casa di Tiffany nella Carolina del Sud e, quando nel 2005 decise di trasferirsi in Florida, Tiffany si offrì di comprare la loro auto.Tiffany e il suo fidanzato sono andati in Florida a prendere l'auto e sono rimasti con la coppia. Dopo la visita iniziale, sono tornati a casa con altri due uomini, chiedendo di poter usare il telefono della coppia. Poi li hanno costretti a dare i dati del bancomat e hanno spinto la coppia nel bagagliaio di un'auto. Hanno guidato attraverso il confine di stato della Georgia seppellendo la coppia viva. Una giuria l'ha condannata perLe sono state inflitte due condanne a morte per gli omicidi e una condanna all'ergastolo per i rapimenti. Attualmente è in attesa dell'esecuzione.

Virginia Caudill

Guarda anche: Il rapimento Lindbergh - Informazioni sul crimine

Ci sono 37 detenuti nel braccio della morte del Kentucky; l'unica donna è Virginia Caudill, che si trova nel braccio della morte dal 2000. Nel 1998, Caudill e un'amica si sono recate a casa di Lonetta White, 73 anni, madre dell'ex fidanzato di Caudill, chiedendo in prestito 20 dollari. In seguito sono tornate a casa e hanno picchiato l'anziana donna a morte con un martello. Hanno derubato la casa e poi hanno avvolto il corpo di White in unVirginia e il suo complice sono stati condannati per omicidio di primo grado, rapina, furto con scasso, incendio doloso e manomissione delle prove. Entrambi sono stati condannati a morte.

Christie Scott

Nel braccio della morte dell'Alabama ci sono 195 detenuti, quattro dei quali sono donne. Una di queste donne è Christie Scott, che a 33 anni si trova nel braccio della morte dal 2009. Nell'agosto 2008, un incendio è scoppiato nella casa di Christie Scott, uccidendo il figlio autistico di sei anni, Mason. Christie e l'altro figlio sono scampati all'incendio. Poiché Christie aveva acquistato una polizza di assicurazione sulla vita di Mason di 100.000 dollari solo 12 anni prima di morire.I procuratori hanno anche sottolineato che la notte dell'incendio la donna stava esaminando un immobile e che prima dell'incendio aveva tolto da casa sua una preziosa fede nuziale. La donna è stata dichiarata colpevole di tre capi d'accusa per omicidio capitale, per i quali la giuria aveva proposto l'ergastolo, ma il giudice l'ha condannata a morte.

John Williams

John Williams è un artista esperto, scrittore ed educatore artistico. Ha conseguito il Bachelor of Fine Arts presso il Pratt Institute di New York City e successivamente ha conseguito il Master in Fine Arts presso la Yale University. Per oltre un decennio ha insegnato arte a studenti di tutte le età in vari contesti educativi. Williams ha esposto le sue opere d'arte in gallerie negli Stati Uniti e ha ricevuto numerosi premi e borse di studio per il suo lavoro creativo. Oltre alle sue attività artistiche, Williams scrive anche di argomenti legati all'arte e tiene seminari di storia e teoria dell'arte. È appassionato di incoraggiare gli altri ad esprimersi attraverso l'arte e crede che tutti abbiano la capacità di creatività.