Fotografo forense - Informazioni sul crimine

John Williams 27-08-2023
John Williams

Fotografia della scena del crimine o fotografia forense La televisione ha modificato il modo in cui le persone pensano alla fotografia forense, con diversi programmi polizieschi in cui frotte di fotografi appaiono sulla scena del crimine. Poiché l'obiettivo principale della fotografia forense è quello di catturare prove ammissibili in tribunale, avere molti fotografi sulla scena del crimine non sarebbe l'ideale. Un fotografo forensedeve fotografare tutto, nel caso in cui debba essere utilizzato come prova in tribunale. Tutte le fotografie devono essere effettuate prima che le prove possano essere disturbate.

Guarda anche: John Evander Couey - Informazioni sulla criminalità

Il primo utilizzo della fotografia forense risale al XIX secolo ad opera di Alphonse Bertillon Si dice che Bertillon sia stato il primo ad avvicinarsi alla scena del crimine come un investigatore. Bertillon ha fatto diversi scatti sulla scena del crimine, alcuni a distanza, altri da vicino, alcuni a livello del suolo e altri dall'alto. Oggi, la fotografia forense è usata per aiutare a perseguire un crimine, perché i dati di sicurezza sono stati raccolti in modo da poter essere utilizzati per la prima volta.La fotografia può catturare elementi di prova che non possono essere raccolti fisicamente. Le foto sono utili anche per catturare prove che hanno limiti temporali. Ad esempio, la forma di una macchia di sangue spesso cambia nel tempo. La fotografia forense consente inoltre agli investigatori di vedere la posizione degli oggetti in relazione l'uno all'altro e la disposizione degli oggetti intorno alla stanza da catturare.

Sono molti gli elementi che un fotografo forense può fotografare: alcuni esempi sono il corpo della vittima, i bossoli o i vetri rotti. A un fotografo forense può anche essere chiesto di fotografare le ferite di una vittima viva che è stata aggredita.

Chi si interessa di fotografia forense ha spesso un buon occhio per i dettagli e presta molta attenzione al proprio lavoro. Un fotografo forense deve essere metodico nel proprio lavoro. Un fotografo forense non può permettersi di tralasciare alcuna prova o di produrre foto che potrebbero essere fuorvianti. Un fotografo forense deve conoscere la propria attrezzatura e il suo funzionamento, in modo da poter utilizzare, quando necessario, un'illuminazione speciale.È inoltre importante che il fotografo forense conosca la scala degli oggetti presenti sulla scena del crimine; in questo modo gli oggetti saranno rappresentati correttamente e non saranno fuorvianti.

Guarda anche: Mike Tyson - Informazioni sul crimine

Spesso i fotografi forensi iniziano come agenti di polizia o investigatori della scena del crimine. In questo modo, quando ottengono una carriera nella fotografia forense, sono preparati per quando devono presentare le prove in tribunale. Altri fotografi forensi iniziano in laboratorio per ottenere esperienza e contatti in modo da avere maggiori possibilità di essere assunti. Dopo aver ottenuto una sorta diAlcuni possono scegliere di frequentare un corso di fotografia forense all'università o al college. I posti in cui un fotografo forense può essere assunto sono molti, tra cui l'esercito o il ramo dei vigili del fuoco che si occupa di indagini sugli incendi dolosi.

John Williams

John Williams è un artista esperto, scrittore ed educatore artistico. Ha conseguito il Bachelor of Fine Arts presso il Pratt Institute di New York City e successivamente ha conseguito il Master in Fine Arts presso la Yale University. Per oltre un decennio ha insegnato arte a studenti di tutte le età in vari contesti educativi. Williams ha esposto le sue opere d'arte in gallerie negli Stati Uniti e ha ricevuto numerosi premi e borse di studio per il suo lavoro creativo. Oltre alle sue attività artistiche, Williams scrive anche di argomenti legati all'arte e tiene seminari di storia e teoria dell'arte. È appassionato di incoraggiare gli altri ad esprimersi attraverso l'arte e crede che tutti abbiano la capacità di creatività.