Storia dell'eroina - Informazioni sul crimine

John Williams 02-10-2023
John Williams

Le morti dei popolari attori Philip Seymour Hoffman e Glee Cory Monteith hanno portato sotto i riflettori i pericoli dell'uso di eroina, ma si tratta di un'epidemia iniziata molto prima che Hollywood esistesse.

Si ritiene che il papavero da oppio sia stato coltivato nella bassa Mesopotamia dai Sumeri intorno al 3400 a.C., che lo chiamavano "pianta della gioia". L'oppio è stato coltivato e utilizzato in tutto il mondo per centinaia di anni ed è arrivato negli Stati Uniti nell'Ottocento grazie agli immigrati cinesi giunti negli Stati Uniti per contribuire alla costruzione delle ferrovie. L'oppio era più popolare dell'alcool, e moltiL'oppio non era usato solo a scopo ricreativo, ma anche in campo medico come antidolorifico. I medici prescrivevano spesso farmaci contenenti oppio alle donne della classe media e alta che soffrivano di "problemi femminili".

All'inizio del 1800, il farmacista tedesco Friedrich Sertuerner trovò il modo di isolare e astrarre la morfina, una sostanza chimica psicoattiva, dall'oppio. Verso la metà del 1800 la morfina era disponibile negli Stati Uniti e, con l'invenzione della siringa ipodermica, rappresentava un modo conveniente per alleviare il dolore. Durante la Guerra Civile l'uso della morfina aumentò, poiché divenne l'antidolorifico principale per le ferite di guerra.Poiché la morfina crea una forte dipendenza fisica e mentale, migliaia di soldati della Guerra Civile divennero presto dipendenti dalla morfina.

Nel 1874 il ricercatore inglese C.R. Wright sviluppò per la prima volta la diacetilmorfina (in seguito nota come eroina) facendo bollire la morfina sulla sua stufa; tuttavia, il merito della scoperta viene spesso attribuito a Heinrich Dreser, che lavorava per la Bayer Company in Germania e creò l'eroina nel 1895. Nel 1898 la Bayer Company in Germania annunciò di aver trovato un sostituto della morfina e commercializzò l'eroina come antidolorifico.L'eroina veniva venduta al banco come farmaco comune per alleviare tosse, dolori al petto e dolori associati alla tubercolosi; spesso veniva venduta in un kit con una siringa. L'eroina veniva anche usata per trattare ed eliminare la dipendenza da morfina; tuttavia, mentre allontanava le persone dalla morfina, nasceva un'epidemia di dipendenza da eroina.

Guarda anche: Aileen Wuornos - Informazioni sul crimine

L'Harrison Narcotics Tax Act fu approvato negli Stati Uniti nel 1914 per controllare la vendita di eroina e di altri oppiacei, imponendo ai medici e ai farmacisti che prescrivevano questi farmaci di registrarsi e di pagare una tassa. La Narcotics Division del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti vietò poi le vendite legali di stupefacenti nel 1923. Un anno dopo, nel 1924, l'Heroin Act rese illegale la produzione e il possesso di eroina,Negli anni '30 fu istituito il Federal Bureau of Narcotics, ma l'eroina veniva ancora contrabbandata dall'Asia negli Stati Uniti, con un enorme mercato nero a New York.

Il traffico di eroina verso gli Stati Uniti è sostanzialmente diminuito durante la Seconda Guerra Mondiale, perché la guerra aveva interrotto le normali rotte di distribuzione internazionali utilizzate per il trasporto di eroina e oppio.

Dopo la seconda guerra mondiale, la mafia approfittò dell'impotenza del governo italiano e impiantò laboratori di eroina in Sicilia. La mafia approfittò della posizione della Sicilia e fu in grado di distribuire l'eroina in Europa e negli Stati Uniti. Nello stesso periodo, la produzione di eroina in Cina cessò quando i comunisti vinsero e presero il potere.

Negli anni Cinquanta gli Stati Uniti miravano a prevenire la diffusione del comunismo in Asia, il che significava che dovevano stringere alleanze con i signori della guerra e le tribù del Laos, della Thailandia e della Birmania. Questa regione era conosciuta come il Triangolo d'Oro ed era (ed è tuttora) uno dei due principali produttori di oppio al mondo. Come risultato di questa alleanza, ci fu un enorme aumento della produzione e della vendita illegale di eroina in Asia.gli Stati Uniti.

Poiché l'eroina era facilmente accessibile e a buon mercato in Vietnam, molti soldati americani la sperimentarono durante la guerra del Vietnam. Quando la capitale del Vietnam, Saigon, fu conquistata, l'eroina "China White" dell'Asia non fu più disponibile per gli spacciatori e i tossicodipendenti degli Stati Uniti e gli spacciatori dovettero trovare una nuova fonte di oppio. Negli anni '70 gli spacciatori vendevano l'eroina nota come "Mexican Mud", che derivava da un'altra pianta.Alla fine degli anni '70, un'altra fonte di eroina è stata individuata in Medio Oriente, soprattutto in Iran, Afghanistan e Pakistan. In quel periodo, il consumo di eroina era sempre più elevato nei centri urbani degli Stati Uniti; secondo quanto riportato dalla NPR, quasi il 20% dei veterani del Vietnam era anche tossicodipendente.

I prezzi dell'eroina sono aumentati negli anni '80 e l'uso di eroina ha iniziato a diminuire e ha continuato a diminuire per tutti gli anni '90, mentre la gente sperimentava il crack e la cocaina in polvere. Anche l'ecstasy, che era una droga degli anni '70, è tornata sulla scena della droga ed è stata una delle droghe preferite dai frequentatori delle discoteche. Anche la diffusione dell'HIV/AIDS ha contribuito al declino dell'uso di eroina, in quanto le persone si sono allontanate dall'uso di eroina.aghi.

Sebbene negli ultimi due decenni l'eroina sia passata in secondo piano rispetto ad altre droghe, è tornata con prepotenza. Un'epidemia di consumo di eroina si è diffusa in tutto il Paese, e molti dei suoi consumatori sono persone di classe medio-alta che cercano un modo per sostituire la loro dipendenza dagli antidolorifici da prescrizione.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito:

La storia travagliata della dipendenza da eroina

Guarda anche: Quale personaggio di 'OITNB' sei? - Informazioni sui crimini

John Williams

John Williams è un artista esperto, scrittore ed educatore artistico. Ha conseguito il Bachelor of Fine Arts presso il Pratt Institute di New York City e successivamente ha conseguito il Master in Fine Arts presso la Yale University. Per oltre un decennio ha insegnato arte a studenti di tutte le età in vari contesti educativi. Williams ha esposto le sue opere d'arte in gallerie negli Stati Uniti e ha ricevuto numerosi premi e borse di studio per il suo lavoro creativo. Oltre alle sue attività artistiche, Williams scrive anche di argomenti legati all'arte e tiene seminari di storia e teoria dell'arte. È appassionato di incoraggiare gli altri ad esprimersi attraverso l'arte e crede che tutti abbiano la capacità di creatività.